CHI È JEAN-CLAUDE JUNCKER?

Jean-Claude Juncker è uno dei leader con più esperienza in Europa. Per quasi 20 anni è stato Primo Ministro del Lussemburgo (dal 1995 al 2013). Dal 2005 fino al 2013 è stato anche Presidente dell’Eurogruppo – ovvero il gruppo che riunisce i Ministri delle Finanze dell’eurozona – ed è stato determinante nel guidare l’Europa al sicuro fuori dalla crisi finanziaria.

Juncker è nato nel 1954. Ha aderito al Christian Social People’s Party in Lussemburgo nel 1974 ed ha studiato legge all’Università di Strasburgo. A 28 anni è stato nominato vice Ministro del Lavoro. Nel 1982 è stato nominato Ministro del Lavoro e nel 1984 Ministro delle Finanze, un ruolo che gli ha consentito di presiedere le riunioni dei ministri delle Finanze dell’allora Comunità Economica Europea. Nel 1992 ha giocato un ruolo chiave nei lavori che hanno portato alla firma del Trattato di Maastricht che ha creato l’Unione Europea.

Durante il periodo di presidenza lussemburghese al Consiglio dell’Unione europea nella seconda metà del 1997, la leadership del Primo Ministro Juncker ha cercato di combattere la disoccupazione in tutta l’Unione europea. Quando, nel 2005, il Lussemburgo è stato di nuovo alla Presidenza di turno del Consiglio dell’Ue, Juncker ha forgiato la riforma del patto di Stabilità e Crescita. È anche riuscito a rivitalizzare la strategia di Lisbona puntando alla sue dimensioni sociale ed ambientale.

Jean-Claude Juncker è stato premiato con numerosi riconoscimenti per i suoi contributi all’Europa, incluso il prestigiono premio Carlomagno nel 2006.

Il 7 marzo 2014, durante il Congresso di Dublino, Jean-Claude Juncker è stato eletto come candidato del Partito Popolare Europeo per la presidenza della Commissione europea. Lì Juncker ha annunciato i suoi tre valori chiave: leadership esperiente ed efficiente, solidarietà tra i popoli e le nazioni e una forte visione del futuro.

Adesso Juncker, da candidato del PPE, è in campagna elettorale, la prima veramente pan-europea, per le elezioni europee del 22-25 maggio 2014.

http://juncker.epp.eu/sites/default/files/attachments/nodes/it_04_bio.pdf